Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Cai’

21 Marzo 2008, Silvio Berlusconi:

«Di Alitalia ho parlato stamattina a Romano Prodi ed ho chiesto che faccia un prestito ponte di almeno 300 milioni di euro  in grado di far partire la cordata degli imprenditori italiani. Lo dobbiamo al paese»

Il 24 Aprile il prestito gli fu concesso con vincolo di restituzione entro e non oltre Dicembre 2008. Vincolo abrogato lo scorso 20 Maggio, data in cui il governo, tramite decreto, trasformò il “prestito” in un vero e proprio finanziamento a fondo perso per reintegrare il patrimonio netto della compagnia ormai azzerato dalle perdite come se fosse capitale. Da “prestito” è diventato un “regalo”.

Se questo decreto è passata inosservato agli italiani che, ignari di tutto, hanno applaudito Berlusconi come salvatore del Paese, non è certo sfuggito all’Unione Europea che lo ha immediatamente considerato  un aiuto statale e come tale ILLEGALE in quanto minaccia per la libera concorrenza europea.  Bruxelle obbliga quindi gli acquistitori di Alitalia alla restituzione immediata dei 300 milioni presi in prestito. Chiaramente Cai, la compagnia che sta per acquisire Alitalia, si oppone e dichiara:

L’offerta di acquisto che abbiamo proposto è valida solo se il governo italiano riuscirà ad ottenere provvedimenti da parte della Commissione europea con cui si attesti che eventuali aiuti di Stato, ai sensi dell’art. 87 e seguenti del Trattato CE, istituiti a beneficio del Gruppo AZ prima della stipula del contratto, non comportino a carico dell’Acquirente alcun obbligo di restituzione”.

Insomma, andando contro l’Europa, Cai non ha alcuna intenzione di pagare il debito contratto con i contribuenti italiani  e minaccia il ritiro dell’offerta di acquisto. Il governo, altra cosa che gli Italiani ignorano, anzichè cercare di tutelare gli interessi dei cittadini evitando che  300 milioni delle loro tasse  finiscano in una compagnia privata, cercano di mediare con l’Europa, sottolineando la  «discontinuità» fra la nuova e la vecchia Alitalia.  Sostengono infatti che i debiti di alitalia, prestito ponte incluso, devono essere giustamente rimborsati dallo stato Italiano in quanto primo proprietario di Alitalia e non certo dal gruppo Cai, che subentra solo in seguito. Allora, stanno lavorando in favore di 58 milioni di Italiani o per tutelare gli interessi di 16 imprenditori??

Se questa proposta, portata avanti dal commissario italiano Antonio Tajani  e sostenuta dal ministro dei trasporti Altero Matteoli dovesse essere accolta dalla Commissione Ue, i 300 milioni saranno restituiti dalla cosiddetta ‘bad company’, pagati quindi dai contribuenti italiani che oltre ad accollarsi TUTTI i debiti di Alitalia, si accollano ulteriori 300 milioni, per un totale di OLTRE 1,8 MILIARDI DI EURO!!

E io pago!

Fonti:

  1. http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/03/21/berlusconiprestito-ponte-per-dare-alitalia-ad-airone.html
  2. http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2008/05/alitalia-manovra-anti-perdite.shtml?uuid=7160b846-27ec-11dd-83b5-00000e25108c&type=Libero
  3. http://www.corriere.it/ultima_ora/notizie.jsp?id={63A98DB5-31BB-4FDB-B639-F3F345E34623}
Annunci

Read Full Post »