Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Riflessioni Sparse’ Category

Grazie a tutti i Buraghesi che hanno buttato l’occhio fuori dalla finestra cercando il mio gatto 🙂

E’ appena tornato, affamatissimo e  stanchissimo dopo oltre 4 giorni… 😉

.

Grazie a Tutti

Annunci

Read Full Post »

CERCO

Cerco il mio gatto, si chiama Aronne (Ronny) porta un collarino antipulci nero, è scomparso dalla mattina del 7 Ottobre in  Via Dante, Burago di Molgora (Mi). Se qualche buraghese on line lo avesse visto lo prego di contattarmi, ambra.colacicco@gmail.com oppure citofonatemi direttamente.

Infiniti Ringraziamenti

Ambra

Read Full Post »

Elena Donazzan, assessore all’istruzione della regione Veneto:

L’insegnamento della  religione cristiana cattolica non è solo catechesi, ma è umanesimo. l’Italia e il Veneto hanno un ben preciso modello culturale di riferimento, i nostri comportamenti e il diritto sono impregnati di valori cristiani ed è a questi che dobbiamo guardare quando parliamo d’integrazione. Vorrei che l’ora di religione cristiana diventasse obbligatoria all’interno dell’orario scolastico.  Cito Benedetto Croce, filosofo idealista, laico, che diceva: non possiamo essere italiani senza dirci cristiani».

Ecco che, con una leggina regionale ad Hoc, tutti gli alunni di qualunque o nessun credo si ritroveranno a dover frequentare l’ora di religione. E non  un ora di religione generica ma di religione cristiana cattolica. Questo secondo l’assessore  E. Donazzan è l’unico modo per favorire l’integrazione e il dialogo fra culture: sottometterle ad una sola. Come se poi la nostra cultura sia stata influenzata soltanto dalla religione! Non metto in dubbio che la religione cattolica abbia giocato un ruolo importante ma non è la sola. Wikipedia offre questa bella definizione di cultura Italiana

Con cultura italiana ci si riferisce al patrimonio collettivo italiano di conoscenze. Sede dell’Impero romano e della Chiesa cattolica, punto d’incontro di numerosissime civiltà del mar Mediterraneo, territorio di diffusione di svariati movimenti artistici, l’Italia è dall’antichità uno dei principali centri culturali d’Europa.

Esattamente: la cultura Italiana è un punto di incontro fra diverse civiltà: perchè non focalizzarsi su questo per migliorare l’Integrazione? Perchè non dire ai nostri ragazzi che siamo ciò che siamo anche grazie all’influenza che i popoli arabi, ebrei, orientali hanno avuto su di noi. Pensate ai bellissimi esempi di arte Arabo-Normanna che ci sono in Sicilia, l’introduzione di elementi architettonici come l’arco a sesto acuto, l’arco rialzato sono arrivati a noi grazie ai Musulmani! Studiare questo aiuterebbe i nostri ragazzi a capire che ciò che è diverso da noi non è per forza negativo: la loro cultura,anche se diversa non è una minaccia ma una risorsa che puo’ portare a migliorarci.  Integrazione non significa che l’immigrante debba annullarsi dentro il nostro paese, perchè la cultura di quel paese, infondo, è anche la sua in quanto può contribuire a svilupparla e migliorarla.

Integrazione significa imparare a conoscersi reciprocamente. Perchè, invece di proporre l’insegnamento della religione cattolica non si propone una materia denominata Storia delle Religioni? Così si renderebbe conto che Cristianesimo ed Islam hanno radici comuni, ed aspetti religiosi sorprendentemente coincidenti. Così il “diverso” sarebbe percepito meno diverso, sia da parte dello straniero che dell’Italiano.

Perchè non si fa questo? Le parole della Donazzan mi hanno lasciata basita. Questo paese non lo capisco più. Sarà che non essendo Cristiana non sono più italiana……

Fonti:

Read Full Post »

Fra poco si terranno le primarie per eleggere i rappresentanti giovanili del Partito Democratico. L’opinione dei giovani e la loro partecipazione in politica è importantissima, certo, pero’ bisogna vedere QUANTO giovani!  Per curiosità ho letto il regolamento dettagliato e all’articolo 6 punto 2 ho trovato un particolare decisamente interessante, vi riporto l’intero comma:

.

Art. 6  Candidatura a Segretario nazionale

2. Il segretario Nazionale è eletto mediante elezioni Primarie aperte a tutti i giovani tra i 14 e i 29 anni lo stesso giorno delle elezioni per i delegati all’Assemblea Nazionale e Regionale.

Vi rendete conto? Un liceale potrebbe diventare Segretario Nazionale di un partito! Quando si parla dell’importanza di avere una politica giovane e dinamica non si intende chi è appena uscito dall’università, tantomeno chi è appena uscito da un liceo o chi lo sta ancora frequentando! Si intende chi,  per esperienza personale e lavorativa, possa dare contributi innovativi e COMPETENTI alla politica nazionale/locale. La competenza è un dato importantissimo, ed in queste elezioni è completamente assente: sono aperte a ragazzini di 14 anni… mi spiegate che competenze un 14enne possa avere?

Un po’ ridicolo, non vi pare?

Read Full Post »

Persone che parlano per sentire la propria voce. Blogger che scrivono per leggersi. Questo è il mondo in cui viviamo: una società individualista, dove le proprie esperienze personali contano più di ampie statistiche. In una parola: siamo egoicentrici.

Navigando per la vasta rete internet, fra blog(punto)blogspot (punto)blogger (punto)myspace si moltiplicano spazi personali di bloggers che danno il proprio diario in pasto al mondo, pretendendo che il mondo sia interessato. Blog politici di pseudo-scrittori che parlano senza avere la più pallida idea di quello che dicono. Del resto, nell’autoreferenzialismo di wordpress, il senso non è richiesto. Oppure bloggers che si illudono di cambiare il mondo facendo “informazione”, copiando e incollando un articolo da Repubblica, da Il Corriere, da L’Espresso tale e quale a come è. Il più delle volte cambiano un paio di virgole e giusto qualche parola e non referenziano neanche.

Quale è il senso di tutto questo?

I Blog critici che fanno ricerca, che non si limitano a riportare notizie ma che le commentano, che non parlano solo di cio che accade oggi ma che cercano di fare previsioni e spiegare fatti dall’opinione pubblica sottovalutati sono una manciata. E anche questi, infondo, a cosa servono?

Nel web si naviga secondo metodi di ricerca personalizzati: un votante PDL non finirà mai su un blog dell’opposizione: cercherà notizie secondo i propri ideali, cercando inconsciamente di avvallare ciò che pensa, come natura umana impone. Illudersi che il proprio blog possa aprire gli occhi a qualcuno è pura fantasia. Anche, ammesso e non concesso, che si ricevano commenti da qualcuno con opinioni opposte non si troverà mai una convergenza. Quante probabilità ci sono che un CIELLINO possa convergere su un dibattito in merito al Vaticano con un Agnostico Razionalista? Zero. Si scontrano, l’uno riceverà supporto da altri Ciellini e l’altro da altrettanti agnostici e resteranno così, ognuno sulla propria sponda, a gongolarsi degli scontati consensi che hanno ricevuto.

E allora questi blog a cosa servono?

Non trovando una risposta a questo quesito la persona che più stimo ha chiuso il suo blog poche ore fa. Dav’s corner, uno dei pochi spazi informativi che cercavano di offrire un pluralismo informativo che supera le mode del momento, perse fra medaglie olimpiche e vacanze.

Superare l’egocentrismo moderno attraverso una rete altrettanto egocentrica è impossibile.

Chiudo questo post così, con un po’ amarezza e autocritica. Un blog, come sapete, l’ho anch’io.

Read Full Post »

Iperqualificati, con qualche sogno in testa e sempre meno pagati. Destinati a emigrare, pur di evitare la disfatta. (..) All’estero sembrano trovare rifugio e compenso.

Essere iperqualificati significa avere ottime referenze e conoscenze. Forse i nostri laureati hanno referenze: una laurea, triennale e specialistica, ottenuta con voti altissimi anche oltre il 90 /110. Questo ambito pezzo di carta però non significa affatto avere le competenze per fare parte di una classe dirigente, anzi, l’esatto opposto.

Le nostre lauree sono cartacee nel vero senso della parola. Tutto quello che viene chiesto ad uno studente universitario è di mangiarsi 500/600 pagine e di dare il relativo esame. Punto. Niente ricerca autonoma, niente approfondimenti, zero progetti: solo ed unicamente emerito studio teorico. Per fare questo non è necessario avere un università con un corpo docenti: la tessera di una biblioteca sarebbe più che sufficiente.
Quello che studiamo inoltre è spesso obsoleto ed inutile. Per un esame di organizzazione aziendale ho 2 libri che per circa 200 pagine (un terzo dell’esame!) sprololoquiano su teorie classiche dell’organizzazione del lavoro risalenti al 1800… Risorse umane? Decentralizzazione del lavoro? Nenache per idea: In Italia ciò che è moderno e attuale viene messo in un angolo; studiamo la storia degli antichi Romani, sappiamo tutto sul Congresso di Vienna del 1815 e non sappiamo nulla sul caso Moro di 30 anni fa.

Chi esce con la Corona d’alloro ha un pezzo di carta, nulla più. Non sa scrivere una relazione, non ha mai raccolto dati citando fonti, è arrivato alla tesi di laurea per scoprire cosa significhi referenziare un testo… E’ stato per 5 anni un topo di biblioteca, sa tutto dei libri e nulla del mondo. 5 anni quando va bene: in Italia pochissimi si laureano in corso, a volte è quasi impossibile. 4 esami da 8 crediti a semestre, significa un ammontare di circa 3200 pagine da studiare: disumano. Proprio per questo spesso gli esami sono delle farse, un orale di mezz’ora dove il docente rivolge le domande più banali e la media dei voti assegnati è 27. Chi vuole fare le cose fatte bene e saperle davvero non puo’ studiare 3200 pagine in una volta: allora va fuori corso e anziche finire in 5 anni finisce nel doppio del tempo, ad un età in cui ormai si è vecchi per il mercato, con competenze comunque esclusivamente teoriche.

In media l’età dei laureati Italiani oscilla fra i 27 e i 28 anni, all’estero è decisamente inferiore, dai 23 ai 24. All’estero offrono corsi moderni incentrati su cio’ che serve: sono pratici, veloci, esami di 600 pagine non esistono. Si va in classe e si studiano gli appunti del professore, l’esame finale raramente consta si una prova scritta basata su un libro, si privilegia la ricerca personale, essays, approfondimenti, business plans FATTI anzichè studiati in teoria.

Qualcuno direbbe che la loro praticità va a scapito della “cultura ” perchè infondo anche se un futuro dirigente non applicherà mai le teorie classiche di Taylor sull’organizzazione del lavoro sa cosa siano. Salvo poi che lo stesso studente non azzecchi un congiuntivo nel parlare e scriva con i piedi. Eppure ha una laurea in mano, certo, perchè agli esami passa chiunque:si viene giudicati in base a cio’ che si dice al professore e non come lo si dice. Ed ecco che ci ritroviamo laureati in Scienze della Comunicazione che fanno venire il latte alle ginocchia ogni volta che aprono bocca.
E si sentono chissà chi, perchè sono Dottori.

Dottori sì, di questo assurdo Stivale!

Read Full Post »

  • Sono incappata in questo divertentissimo pezzo, trovate la fonte infondo alla pagina..Tenete vicino il fazzoletto, piangerete dal ridere

La dottoressa Laura Schlesinger è una famosa giornalista della radio americana; nella sua trasmissione dispensa consigli alle persone che telefonano. Qualche tempo fa, Laura ha affermato che l’Omosessualità,secondo la Bibbia (Lev.18:22) è un abominio, e non può essere tollerata in alcun caso.
La seguente è una lettera spedita alla dott.ssa Laura SCHLESINGER.

Cara Dottoressa Schlesinger,
le scrivo per ringraziarla del suo lavoro educativo sulle leggi del Signore.
Ho imparato davvero molto dal suo programma, ed ho cercato di dividere tale conoscenza con più persone possibile. Adesso, quando qualcuno tenta di difendere lo stile di vita omosessuale, gli ricordo semplicemente che nel Levitico 18,22 si afferma che ciò è un abominio. Fine della discussione.

Però, avrei bisogno di alcun consigli da lei, a riguardo di altre leggi specifiche e come applicarle.
Vorrei vendere mia figlia come schiava, come sancisce Esodo 21,7. Quale pensa sarebbe un buon prezzo di vendita?

Quando sull’altare sacrificale accendo un fuoco e vi ardo un toro, so dalle scritture che ciò produce un piacevole profumo per il Signore (Levitico 1,9). Il problema è con i miei vicini: loro, i blasfemi, sostengono che l’odore non è piacevole. Devo forse percuoterli?

So che posso avere contatti con una donna quando non ha le mestruazioni(Lev.15, 19-24.). Il problema è come faccio a chiederle questa cosa? Molte donne s’offendono.

Il Levitico ai versi 25,44 afferma che potrei possedere degli schiavi, sia maschi che femmine, a patto che essi siano acquistati in nazioni straniere. Un mio amico afferma che questo si può fare con i filippini, ma non con i francesi. Può farmi capire meglio? Perché non posso possedere schiavi francesi?

Un mio vicino insiste per lavorare di Sabato. Esodo 35,2 dice chiaramente che dovrebbe essere messo a morte. Sono moralmente obbligato ad ucciderlo personalmente?

Un mio amico ha la sensazione che anche se mangiare crostacei è considerato un abominio (Lev. 11,10), lo sia meno dell’omosessualità. Non sono affatto d’accordo. Può illuminarci sulla questione?

Sempre il Levitico ai versi 21,20 afferma che non posso avvicinarmi all’altare di Dio se ho difetti di vista. Devo effettivamente ammettere che uso gli occhiali per leggere… La mia vista deve per forza essere10 decimi o c’è qualche scappatoia alla questione?

Molti dei miei amici maschi usano rasarsi i capelli, compresi quelli vicino alle tempie, anche se questo è espressamente vietato dallaBibbia (Lev 19,27). In che modo devono esser messi a morte?

Ancora nel Levitico (11,6- 8) viene detto che toccare la pelle di maiale morto rende impuri. Per giocare a pallone debbo quindi indossare dei guanti?

Mio zio possiede una fattoria. E’ andato contro Lev. 19,19, poiché ha piantato due diversi tipi di ortaggi nello stesso campo; anche sua moglie ha violato lo stesso passo, perchè usa indossare vesti di due tipi diversi di tessuto (cotone/acrilico). Non solo: mio zio bestemmia a tutto andare.
E’ proprio necessario che mi prenda la briga di radunare tutti gli abitanti della città per lapidarli come prescrivono le scritture? Non potrei, più semplicemente, dargli fuoco mentre dormono, come simpaticamente consiglia Lev 20,14 per le persone che giacciono con consanguinei?

So che Lei ha studiato approfonditamente questi argomenti, per cui sono sicuro che potrà rispon dere a queste semplici domande. Nell’occasione, la ringrazio ancora per essere così solerte nel ricordare a tutti noi che la parola di Dio è eterna ed immutabile. Sempre suo.
Un ammiratore devoto.

Fonte: www.madvero.it

Read Full Post »

Older Posts »